manutenzione obbligatoria  caldaie, stufe  e caminetti

La manutenzione e il controllo delle caldaie sono un’attività di fondamentale importanza per chi le utilizza. Secondo le norme attualmente in vigore, il responsabile della manutenzione della caldaia è l’inquilino (non necessariamente il proprietario) dell’immobile in cui è installata la caldaia. Questi è infatti il “responsabile dell’impianto di riscaldamento”, e in quanto tale ha l’obbligo di effettuare periodicamente interventi di manutenzione e controllo fumi sulla caldaia.

Attività di Controllo e Manutenzione Caldaia

La manutenzione della caldaia consiste nella pulizia del bruciatore, dello scambiatore di regolazione, sicurezza e controllo, nel verificare che lo scarico dei fumi avvenga in modo corretto ed efficiente e che la ventilazione dell’ambiente in cui è installata la caldaia si corretta.

 

Il controllo dei fumi della caldaia, invece, consiste nell’esame dei fumi della caldaia, nell’analisi della combustione per verificarne il rendimento, la concentrazione di ossido di carbonio (CO) e l’indice di fumosità o NOx.

 

Il controllo periodico della caldaia offre un duplice vantaggio la proprietario: da una parte la possibilità di tenerne sotto controllo l’efficienza e il funzionamento, e dall’altra l’evitare l’inquinamento atmosferico. Grazie alle verifiche effettuate periodicamente dai tecnici specializzati è infatti possibile mantenere le buone prestazioni della caldaia, ottenendo quindi risparmi dei consumi e di conseguenza una bolletta più leggera. Inoltre i controlli verificano il corretto funzionamento della caldaia, prevenendo possibili “incidenti domestici”. Siccome le caldaie immettono nell’ambiente esterno vari fumi che contengono anche anidride carbonica, tenere sotto controllo queste emissioni permette di bruciare meno combustibile e quindi immettere nell’atmosfera meno fumi di scarico, contribuendo a incidere in maniera minore sull’inquinamento atmosferico.

ePaper
Condividi:

periodicità delle manutenzioni

C’è l’obbligo di manutenzione e pulizia della caldaia a gas, anche a legna e pellet?

C'e invece veramente l'obbligo la pulizia della mia termostufa, termocamino e della mia stufetta a pellet?

La verifica dei fumi della caldaia è obbligatoria?

Mi hanno detto che il controllo annuale della caldaia è obbligatorio, è vero?

Ogni quanto va fatta la revisione?

La mia canna fumaria va pulita con regolarità e quando?

Queste sono alcune domande che ci vengono poste. Molti visitatori del syberspazio, chiedendoci de esista l'obbligo per legge di effettuare il controllo annuale. Facciamo quindi chiarezza su questo argomento così spinoso, su cui recentemente sono cambiate le normative di riferimento.

Per quanto riguarda i controlli per la manutenzione delle caldaie o impianti (a scopo di sicurezza), non esiste per legge l’obbligo annuale, ma per stabilire ogni quando vanno effettuate si seguono i seguenti criteri:

 

Per prima cosa bisogna controllare le indicazioni fornite dall’installatore della caldaia/impianto, che deve indicare ogni quanto tempo va fatta la manutenzione;
In assenza di questo dato, cioè se l’impresa installatrice non ha fornito proprie istruzioni specifiche (con manuale di uso e manutenzione impianto), bisogna controllare cosa è indicato sul libretto di uso e manutenzione fornito da costruttore dell'apparecchio, che sia esso caldaia, stufa, caminetto o altro;
Se non esistono indicazioni su nessuno dei primi due punti, allora viene considerata la periodicità prevista dalle norme UNI e CEI a seguito riportiamo un accenno alle norme di riferimento:
       - UNI 10683:2012 per stufe, caminetti e caldaie legna e pellet

       - UNI 10847:2017 per pulizia canne fumarie a combustibile solido (Legna o pellet)

 

Quindi, riassumendo, per il controllo di manutenzione ai fini della sicurezza, non è detto che ci sia un obbligo annual, ma per stabilire la periodicità bisogna attenersi, in ordine gerarchico, alle indicazioni appena indicate.

 

La periodicità della manutenzione infine differisce dai tempi che le diverse regioni attribuiscono alle comunicazioni ai vari catasti impianti termici regionali.

Tuttavia i tempi che gli stessi attribuiscono risultano essere molto più generosi rispetto alle manutenzioni al punto sopra, ma che nulla hanno a che vedere e si riferiscono solo ai tempi per le comunicazioni e non alla periodicità delle menutenzioni obbligatorie.

SEGUICI SUI SOCIAL: 

CONTATTACI:

RIMANI INFORMATO:

CALENDARI:

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
ATLANTIS GEMINI tutti i diritti riservati - P.I. 02400180028