MANUTENZIONE SU APPARECCHI A COMBUSTIBILE SOLIDO

Regione Lombardia

29 NOVEMBRE 2018

Anche i gruppi termici alimentati a biomassa combustibile (es: caldaie, stufe a pellet, termocamini, termostufe, termocucine, ecc..), sono soggetti al controllo e alla manutenzione periodica, seguendo le indicazioni fornite dal fabbricante dell'apparecchio nel libretto di uso e manutenzione, sia per la tipologia di operazioni da eseguire, che per la periodicità delle stesse.
In assenza di indicazioni precise da parte dell'installatore dell’impianto e/o del costruttore dell’apparecchio, situazione che può capitare soprattutto per gli apparecchi più datati, occorre fare riferimento alle normative tecniche di settore.
La norma UNI 10683:2012 dà indicazioni in merito sia alle operazioni da eseguire, che alle periodicità da rispettare per diversi tipi di apparecchio:
• 2 anni per i dispositivi alimentati a pellet di potenza inferiore a 15 kW
• 1 anno per i dispositivi alimentati a pellet di potenza maggiore o uguale a 15 kW e non superiore 35 kW
• 1 anno per le caldaie alimentate a biomassa di potenza non superiore a 35 kW
• 1 anno per altre tipologie di apparecchi alimentati a biomassa collegati a reti di riscaldamento come termocamini, termostufe, termocucine di potenza non superiore a 35 kW.
 
Al termine delle operazioni di controllo e manutenzione eseguite a regola d'arte, il manutentore rilascia all'utente un rapporto tecnico di controllo (Rapporto di Controllo di Tipo 1B adottato da Regione Lombardia con il DDUO n° 5027/2014).
 
Si ricorda che per tali apparecchi non sussiste ancora l'obbligo di effettuare il controllo di efficienza energetica (c.d. "prova fumi, ma necessaria ad ogni operazione di manutenzione ordinaria e straordinaria la prova di tiraggio dall'apposita e predisposta in fase di installazione di presa prelievo fumi").
 
Gli interventi di manutenzione, praticati dai tecnici abilitati e con attestato di formazione FER, vanno regolarmente trasmessi al Curit, analogamente a quelli eseguiti sulle caldaie gas, in proposito è buona norma affidarsi a professionisti richiedendo un contratto di manutenzione programmata, sia per il proprio apparecchio, che per la canna fumaria cerificata, magari con aziede che possono fare entrambe le manutenzioni, du figure in una come Atlantis Gemini. Per approfondimenti visita il sito del Curit 

 

SEGUICI SUI SOCIAL: 

CONTATTACI:

RIMANI INFORMATO:

CALENDARI:

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
ATLANTIS GEMINI tutti i diritti riservati - P.I. 02400180028